AL KENNEDY’S TEN RULES PER WRITING FICTION

A.L.Kennedy è nato in Scozia nel 1965. È autrice di sei romanzi letterari, un romanzo di fantascienza, sette raccolte di racconti e tre opere di saggistica tra cui la meravigliosa risorsa dello scrittore sulla scrittura. Nel 2010 Kennedy ha condiviso i seguenti consigli con i lettori di The Guardian, pubblicato come parte di una serie ispirata alle dieci regole di scrittura di Elmore Leonard.

1. Abbiate umiltà. Gli scrittori più anziani/più esperti/più convincenti possono offrire regole e varietà di consigli. Pensa a quello che dicono. Tuttavia, non dare loro automaticamente carica del tuo cervello, o qualsiasi altra cosa – potrebbero essere amaro, contorto, bruciato-out, manipolativo, o semplicemente non molto come te.

2. Abbi più umiltà. Ricorda che non conosci i limiti delle tue abilità. Successo o meno, se continui a spingere oltre te stesso, arricchirai la tua vita – e forse anche per favore alcuni sconosciuti.

3. Difendi gli altri. È possibile, naturalmente, rubare storie e attributi da familiari e amici, riempire le carte dati dopo l’amore e così via. Potrebbe essere meglio celebrare coloro che ami – e amare se stessi – scrivendo in modo tale che ognuno mantenga intatta la propria privacy e dignità.

4. Difendi il tuo lavoro. Le organizzazioni, le istituzioni e gli individui spesso pensano di conoscere meglio il tuo lavoro, soprattutto se ti pagano. Quando credi sinceramente che le loro decisioni danneggerebbero il tuo lavoro, vattene. Scappa. I soldi non contano così tanto.

5. Difenditi. Scopri cosa ti rende felice, motivato e creativo.

6. Scrivere. Nessuna miseria autoinflitta, stati alterati, pullover neri o essere pubblicamente odiosi non si aggiungerà mai al tuo essere uno scrittore. Gli scrittori scrivono. Andate.

7. Leggere. Per quanto puoi. Profondamente e ampiamente e nutriente e irritante come si può. E le cose buone ti faranno ricordare, quindi non avrai bisogno di prendere appunti.

8. Siate senza paura. Questo è impossibile, ma lasciate che le piccole paure guidare la vostra riscrittura e mettere da parte quelli grandi fino a quando non si comportano – poi usarli, forse anche scriverli. Troppa paura e tutto quello che otterrete è il silenzio.

9. Ricordati che ami scrivere. Non ne varrebbe la pena se non lo facessi. Se l’amore svanisce, fai quello che ti serve e riprendilo.

10. Ricorda che scrivere non ti ama. Non gli importa. Tuttavia, può comportarsi con notevole generosità. Parlane bene, incoraggia gli altri, trasmettilo.