I TEN RULES PER GLI WRITERS

Un post di Kenechi Uzor

Il filosofo Friedrich Wilhelm Nietzsche (1844-1900) è considerato una delle più grandi menti mai vissute. Era così venerato durante il suo tempo di vita che uno studente scrisse a un amico dopo aver avvistato Nietzsche su un treno: “Ho appena visto Dio sul treno delle 5”.

Insieme con la Bibbia, il libro di Nietzsche, Così parlato zarathustra (eBook gratuito) era un numero standard per tutti i soldati tedeschi durante la prima guerra mondiale.

Friedrich Nietzsche pensò e scrisse praticamente tutto. Le sue dieci regole di scrittura sono state scritte in lettere al suo amore non corrisposto, Lou Andreas-Salomé.

Di prima necessità è la vita: uno stile dovrebbe vivere.
Lo stile deve essere adatto alla persona specifica con cui si desidera comunicare. (La legge della relazione reciproca.)
In primo luogo, si deve determinare con precisione “cosa-e-cosa voglio dire e presente”, prima di poter scrivere. La scrittura deve essere mimetismo.
Dal momento che lo scrittore manca di molti dei mezzi dell’oratore, deve in generale avere per il suo modello un tipo molto espressivo di presentazione della necessità, la copia scritta apparirà molto più pallida.
La ricchezza della vita si rivela attraverso una ricchezza di gesti. Bisogna imparare a sentire tutto – la lunghezza e il ritardo di frasi, inter-puntura, scelta delle parole, pausa, sequenza di argomenti – come gesti.
Fate attenzione con i periodi! Solo le persone che hanno anche una lunga durata di respiro durante la conversazione hanno diritto a periodi. Con la maggior parte delle persone, il periodo è una questione di affettazione.
Lo stile dovrebbe dimostrare che si crede in un’idea; non solo che si pensa, ma anche si sente.
Più astratta è una verità che si vuole insegnare, più si deve prima invogliare i sensi.
Strategia da parte del buon scrittore di prosa consiste nel scegliere i suoi mezzi per avvicinarsi alla poesia, ma mai entrare in essa.
Non è buone maniere o furbi privare il lettore delle obiezioni più ovvie. È molto buone maniere e molto intelligente lasciare al proprio lettore solo di pronunciare la quintessenza ultima della nostra saggezza.
Kenechi Uzor è l’editor web di Saraba Magazine. Saraba sta attualmente accettando candidature per il 2016. Il tema del diciannovesimo numero della rivista sarà “Power” e per il suo ventesimo numero il tema è “Money”. Le iscrizioni si chiudono domenica 15 maggio.